Cison di Valmarino - Sentiero Zanin Sergio n° 1031B

Sentieri

Cison di Valmarino


Punto di partenza dell'itinerario è a nord di Tovena, in loc. S. Vigilio, lungo la statale del Passo S. Boldo. Il percorso si snoda sul versante sud della Costa di S. Vigilio; a pochi passi dalla chiesa dedicata al Santo è possibile fare rifornimento d'acqua presso una sorgente. Si procede fino a q. 550 da dove si prosegue in direzione nord verso Cima Campo. Scendendo verso nord-est si arriva al bivio del Passo della Scaletta e all'agriturismo "Al Campo" dove termina l'itinerario.
Paesaggio Naturale: La valle di S. Boldo, col suo tipico profilo ad U, era percorsa anticamente dal ghiacciaio del Piave; qualche incisione lungo il tracciato permette di osservare come le dorsali siano formate da detriti rocciosi. La vegetazione dei versanti risulta dominata dalla presenza del carpino nero, che trova condizioni ecologiche ottimali. Salendo in quota gli spazi aperti sono occupati da arbusti e specie erbacee (soprattutto graminacee).

Approfondimenti: La chiesa di S. Vigilio, edificata alla fine del 1500 e dedicata al Santo Vescovo Patrono di Trento, veniva visitata dai devoti che uniti in processione imploravano la pioggia. Accanto sono visibili i resti dell'Antico Dormitorio, dove venivano accolti i pellegrini diretti ai porti veneti, da dove in nave salpavano per la Terra Santa o per Santiago di Compostela. Lungo il percorso s'incontra un capitello votivo dedicato a Santa Ottilia. Leggenda vuole che un pellegrino si sarebbe fermato lasciando un involto dicendo che era il capo della Santa, oggi conservato nella chiesa di Tovena.
Tappe del percorso: Tovena q. 256 - Santa Ottilia - San Vigilio q. 320 - Boschè (I Pianai) - Cima Campo q. 972 - Bivio Passo Scaletta - Campo di San Boldo q. 880

DATI TECNICI

tipologia: Percorso ideale per passeggiate a piedi
lunghezza: 4 Km
dislivello: 592 m.
tempo medio di percorrenza: 2 ore e mezza
difficoltà: Media
periodo: Tutto l'anno
abbigliamento: Tenuta comoda e sportiva, scarpe da trekking