Sabato il Giro a San Pietro di feletto. L'assessore Comuzzi: un invito ad apprezzare il territorio

Mercoledì 20 Maggio 2015


Le terre del Prosecco Superiore candidate a Patrimonio Unesco si tingono di rosa con il Giro d'Italia, edizione numero 98: sabato 23 maggio la carovana di biciclette sarà di scena tra le colline del vino spumante tra i più venduti e conosciuti al mondo per la 14esima tappa a cronometro individuale Treviso-Valdobbiadene denominata "Crono del Prosecco".

Il ciclisti affronteranno un percorso impegnativo che vedrà protagoniste le strade delle Città del Vino, da Susegana in poi, per toccare Conegliano, San Pietro di Feletto (dove inizierà il percorso in salita che porterà al Gran Premio della Montagna in corrispondenza dell'uscita del muro di Ca' del Poggio di recente gemellato con il muro di Grammont in Belgio), Refrontolo, Pieve di Soligo, Farra di Soligo, Miane e infine Valdobbiadene, traguardo della tappa a cronometro.

Si tratta di un'occasione unica per questo territorio per mostrare al mondo, in diretta televisiva, le bellezze di un paesaggio straordinario e per promuovere, con il Prosecco, anche tutte le altre eccellenze agroalimentari che caratterizzano questa parte della provincia di Treviso. Lo sottolinea anche Giorgio Comuzzi, assessore allo sport del Comune di San Pietro di Feletto: "Il passaggio del Giro d'Italia per le nostre strade è un evento che ci vede protagonisti nell'organizzazione dell'accoglienza di tutta la macchina organizzativa. Si tratta di uno sforzo enorme portato avanti dalle amministrazioni locali, ma che senza il prezioso contributo delle associazioni del volontariato non sarebbe stato possibile. Il passaggio del Giro è per noi un invito a tutti gli appassionati di ciclismo, ma non solo, a trascorrere il fine settimana nelle nostre terre per apprezzarne le bellezze ambientali e le bontà enogastronomiche".

A San Pietro di Feletto, lungo il percorso, la Pro loco e le altre associazioni hanno predisposto varie iniziative per una grande festa colorata di rosa; il passaggio della tappa a cronometro, data la particolarità della gara che si sviluppa nell'arco della giornata e non nel semplice passaggio della carovana, potrà provocare qualche disagio alla normale circolazione veicolare, ma sicuramente rappresenta un'occasione di promozione unica per il territorio. "Infatti - sottolinea ancora l'assessore Comuzzi - la comunicazione intorno al Giro non si limita alla cronaca sportiva; la diretta televisiva propone ai telespettatori gli aspetti del territorio tra i più significativi con riprese aeree di grande bellezza".

Questa è la terza delle quattro tappe della corsa rosa in territorio veneto: dopo la Imola-Vicenza e la Montecchio-Jesolo e alla quale seguirà la 15esima tappa Marostica-Madonna di Campiglio. "Una cronometro sulla strada del vino più vecchia d'Italia che il prossimo anno celebrerà il 50esimo compleanno - afferma Benedetto De Pizzol, cordinatore regionale delle Città del Vino del Veneto - E' l'occasione per far visitare il nostro territorio a ciclisti e corridori, ma anche a semplici appassionai che hanno voglia di trascorrere un fine settimana diverso. Il connubio tra Giro d'Italia e Prosecco è vincente. Il ciclismo diventa veicolo di promozione delle peculiarità enogastronomiche".

Lungo il percorso sono stati allestiti dei punti di ristoro dove alcuni ristoranti e aziende vitivinicole presentano i loro prodotti: il ristorante Resort Ca' del Poggio, il bar Free Time, la locanda al Sole, il ristorante Per e l'osteria Ombresane. Le aziende vitivinicole sono: Sommariva Vini, Il Colle, I Bamboi, l'Azienda Agricola Bazzo Giuliano, Bepin De Eto, Azienda Agricola San Giuseppe, Azienda Agricola De Riz Luca, Le Manzane, Azienda Agricola Paeanca.

"Alle aziende e ai ristoranti che ci stanno sostenendo in questo impegno - afferma infine l'assessore Comuzzi - va il nostro ringraziamento per la preziosa collaborazione; così come altrettanto preziosa è la collaborazione delle Pro Loco e delle associazioni del volontariato che per l'intera giornata di sabato saranno impegnate a fare in modo che tutto si svolga secondo il programma per una grande giornata di festa. Una festa che, per chi vorrà restare con noi, potrà durare tutto il fine settimana".

(Fonte: Comune di San Pietro di Feletto)

Commenti dei lettori

Non ci sono ancora commenti per questo articolo, perchè non essere il primo a farlo? inserisci il tuo commento utilizzando il form sottostante.

Aggiungi il tuo commento

Aggiungi il tuo commento

crea il tuo gravatarUn gravatar o globally recognized avatar, è semplicemente una immagine che ti segue di sito in sito ed appare accanto al tuo nome quando fai qualche operazione.

i campi contrassegnati con * sono obbligatori